Archivio mensile:settembre 2013

PromoQui svela i prodotti su cui risparmiamo di più…

Un’indagine di PromoQui rivela che i prodotti su cui cerchiamo di risparmiare di più sono detersivi, pannolini, tablet e cellulari.

Oggi quali sono i beni su cui si cerca di risparmiare? Come sono cambiati i nostri bisogni primari? Lo rivela un’indagine condotta sulle parole più digitate su PromoQui, il primo aggregatore italiano di volantini delle offerte, in grado di suggerire tutte le promozioni attive sul territorio nei vari store/ipermercati/supermercati – una sorta di “occhio alla spesa” digitale 😉

Secondo i dati raccolti, le parole più ricercate da gennaio a luglio 2013 sono state: detersivi per lavatrice, pannolini, tablet, cellulari.

Questo può essere utile per dare un’idea sia delle reali necessità delle famiglie italiane, sia evidentemente dell’esponenziale aumento dei costi di questi beni, che costringe gli utenti ad andare alla disperata ricerca della promozione o del prezzo più conveniente.

PromoQui è un utilissimo servizio online nato nel 2011per iniziativa di un gruppo di manager con esperienza pluriennale nel mercato internazionale dei New Media. Ogni giorno offre agli utenti da 500 a 700 volantini nuovi e costantemente aggiornati, su più di 30.000 punti vendita presenti in 113 province italiane.

App PromoQuiApp PromoQui

 

 

 

 

 

 

In questo modo diventa molto più semplice e immediato sapere in real time in quale punto vendita è in offerta ciò che ci interessa acquistare. Basta, infatti, definire la propria zona preferita oppure digitare il prodotto desiderato nel motore di ricerca per conoscere la migliore offerta nella tua zona.
E se siamo in giro a fare shopping? PromoQui è anche un’app free disponibile sia per sistemi Android che per iPhone, iPad e iPod. E permette di:

  • sfogliare i volantini di tutta Italia, anche quelli cartacei;
  • scoprire tutte le promozioni attive in quel momento “intorno a te” attraverso il motore di ricerca;
  • beneficiare dei coupon digitali, che permettono di riscattare un vantaggio concreto direttamente presso il negozio;
  • avere a disposizione la mapp per muoverti sulla cartina e scoprire i negozi con le offerte più convenienti;
  • PQ-FLASH: Il servizio di alert per non lasciarti sfuggire nulla, basta registrarsi per essere puntualmente informati su ogni novità e sulle nuove promozioni.

Facile da usare e utile per risparmiare… Allora buona spesa :)

Gli elettrodomestici possono spiarci. Allarmismo o realtà?

Elettrodomestici e dati sensibiliElettrdomestici che ci spiano, tablet che diffondono i nostri dati sensibili… la nostra privacy è sotto attacco?

Nel secolo scorso l’avrebbero definita pura “fantascienza”, oggi, invece, si parla sempre più spesso di Internet of things (ovvero Internet delle cose), cioè oggetti in grado di comunicare dati e interagire con le nostre vite in maniera attiva utilizzando la rete.

L’Internet of things è ormai applicato in diversi campi, un esempio concreto è la domotica, in grado di rendere la casa intelligente, di potenziare e ottimizzare le funzionalità degli elettrodomestici, adeguandole alle nostre esigenze e abitudini. E’ come se gli oggetti acquistassero una loro identità/intelligenza digitale.

Ma c’è anche il risvolto negativo della medaglia. Se da un lato queste nuove tecnologie possono migliorare la qualità della vita, dall’altra parte si sta diffondendo il timore che gli oggetti siano diventati ormai delle vere e proprie “spie“, capaci di diffondere dati personali degli utenti. Secondo alcuni, infatti, i nostri dati sensibili non sarebbero più al sicuro e protetti.

Gli elettrodomestici, se collegati alla rete o controllati attraverso le app, consentirebbero di geolocalizzare l’utente e/o accedere ad informazioni relative alle abitudini quotidiane della famiglia, come gli orari. La nostra casa si sta, quindi, trasformando in una sorta di “Grande Fratello” virtuale?

Gli oggetti che possediamo in casa, inoltre, potrebbero essere attaccati da virus o diventare facili bersagli di hacker, che in questo modo avrebbero la possibilità di accedere ai nostri dati privati.

Uno spiacevole esempio di questo fenomeno è accaduto ad una coppia di genitori texani, che avevano posizionato nella stanzetta della loro bimba una videocamera connessa alla rete wireless domestica per poterla controllare anche dalle altre stanze. Ma mai avrebbero immaginato che un pirata digitale si sarebbe intrufolato nella rete, prendendo il controllo del software e inveendo con cattiverie e volgarità contro la bambina.

Anche se tutti i grandi brand stanno lavorando per aumentare e garantire sempre maggiore sicurezza, sarebbe opportuno fare maggiore attenzione, ad esempio acquistando elettrodomestici dotati di password.

E’ bene ricordarsi di:

  • cambiare regolarmente la password, scegliendo sequenze alfanumeriche preferibilmente non di senso compiuto, complesse e non facilmente associabili all’account;
  • non salvarla MAI sul proprio Pc/smartphone/tablet;
  • sceglierne una diversa per ogni dispositivo.

La nuova lavatrice Haier consuma quanto 3 lampadine

Lavatrice sostenibile HaierIn un’epoca in cui l’attenzione delle azienda va sempre più verso la sostenibilità, Haier realizza una lavatrice che consuma quanto tre lampadine.

L’azienda Haier ha lanciato, in occasione della nuova edizione dell’IFA, la nuova lavatrice Intelius 600, la prima lavatrice A+++-50%: la miglior classe energetica oggi presente sul mercato.

La lavatrice prodotta da Haier consuma solo 5 l d’acqua per ogni ciclo di lavaggio e 98 kWh all’anno, che equivale al consumo di energia di 3 lampadine da 12 watts, cioè circa il 50% in meno rispetto alle normali lavatrici classe A presenti oggi sul mercato.

La tecnologia Smart Detecting di cui è dotata, infatti, è in grado di regolare automaticamente la quantità d’acqua e di detersivo a seconda della durezza dell’acqua in modo da ottenere il miglior/accurato lavaggio possibile, con il minor consumo.

Lo Smart Drive motorSD Motor, invece, offre un ciclo di lavaggio molto silenzioso e lo Smart Dual Spray consente di eliminare fibre e residui di tessuto eventualmente presenti sulla guarnizione.

Infine, Smart Dosing è l’innovativo sistema di dosaggio automatico del detersivo, che si autoregola sempre a seconda della durezza dell’acqua, che permette di risparmiare fino a 33 cicli di lavaggio all’anno, se confrontato al dosaggio manuale e di eliminare allo stesso tempo più del 99,8% dei batteri.

Intelius 600 offre 16 programmi dedicati: lavaggio a mano, cotone, sintetici, lana, indumenti bimbo, Express 15’, intimo, jeans, lavaggio a 95° C, un programma per lavare solo il cestello e un programma per eliminare efficacemente macchie di caffè, erba, vino e frutta.

Le lavatrici Intelius 600 saranno disponibili a partire da maggio 2014 con una garanzia del produttore di ben 12 anni.

Good news, vero?

Bucato pulito con il detersivo ecologico…made by me!

Detersivo ecologicoOggi realizziamo insieme un detersivo ecologico, facile da preparare, efficace contro lo sporco, profumato, completamente naturale e soprattutto economico… :)

Purtroppo spesso si pensa che solo i detersivi chimici acquistati al supermercato siano in grado di pulire profondamente ed eliminare macchie e cattivi odori e che al contrario i detergenti prodotti in casa, seppur più ecologici e salutari, non abbiano la stessa efficacia.

In realtà non è così, anzi… I detersivi a composizione chimica contengono spesso sostanze che possono rivelarsi dannose per la salute, soprattutto se in parte restano intrappolate nelle fibre del tessuto, la nostra pelle, infatti, ha la stessa caratteristica di una spugna, assorbe le sostanze in maniera diretta e veloce, rilasciandole poi nell’organismo.

Gran parte dei detersivi in commercio contiene sostanze come: agenti pulenti (tensioattivi di sintesi derivanti da ingredienti vegetali o molto più comunemente dal petrolio), profumi, candeggina/sbiancanti, conservanti, coloranti, fenoli, abrasivi, disinfettanti, correttori dell’acidità, etc. Queste sostanze se combinate tra loro possono creare un mix altamente pericoloso sia per la salute che per l’ambiente.

Per questo WashApp è a favore dei detersivi ecologici home-made.

Ecco di seguito alcune semplici ricette dei più comuni detersivi per lavare gli indumenti (funzionano nello stesso modo di quelli comprati, parola di WashApp).

Ricetta per realizzare detersivo per il bucato a mano

  • 5 litri d’acqua
  • 50 grammi di sapone vegetale

Portare ad ebollizione l’acqua e versarvi pian piano le scaglie di sapone di Marsiglia esclusivamente vegetale, mescolando finché non si saranno sciolte. Trasferire il detersivo, appena freddo, in un vecchio flacone. Per profumarlo, aggiungere 15-20 gocce di oli essenziali, in base alla propria preferenza.

Ricetta per realizzare l’ammorbidente all’acido citrico

  • 500 millilitri di acqua demineralizzata
  • 50 grammi di acido citrico

Versare l’acqua demineralizzata in una bottiglietta da mezzo litro vuota. Aggiungere l’acido citrico e agitare per far sciogliere l’acido citrico. Aggiungerne 50 millilitri ad ogni lavaggio a pieno carico, all’interno della vaschetta per la lavatrice destinata all’ammorbidente. Per profumare il bucato, aggiungere al composto alcune gocce di oli essenziali.

Bucato profumato al limone

Sbucciare alcuni limoni e conservare le bucce in frigo, chiudere le bucce all’interno di un sacchetto di stoffa e inserirlo nel cestello al momento del lavaggio.

Il limone è ottimo come candeggina, ammorbidente e per regalare un odore fresco al bucato.

Per il cibo si dice che siamo ciò che mangiamo, immaginiamo di pensare che siamo anche ciò con cui ci laviamo e con cui laviamo i nostri vestiti. Berreste mai candeggina o sostanze dannose? Se la vostra risposta è No, allora perchè dovreste lavarci i vostri vestiti?

Perdere peso e allenarsi con le faccende domestiche? Provare per credere…

perdere peso con le pulizie domesticheDato che siamo appena rientrati dalle vacanze, perchè non pensare ad un ottimo, utile ed economico modo per smaltire le calorie accumulate durante le golose cene estive e perdere peso?

Lo sapevete che lavare i pavimenti per 30 minuti permette di consumare circa 133 Kcal? E che stirare per 30 minuti permette di smaltirne almeno 80? Data la mole delle cose che ho da stirare questo weekend stimo di perdere almeno 2 Kg 😉

Contrariamente a quello che pensano i maschietti, fare le faccende domestiche non è solo una terribile tortura e non toglie utile tempo al benessere personale, anzi, se accompagnato da un’alimentazione equilibrata e da uno stile di vita sano, aiuta a mantenersi in forma e addirittura a perdere peso… Quindi, da oggi i fidanzati e i mariti, anche i più restii, anche quelli che non devono chiedere mai, non hanno più scuse…

Ma vediamo nel dettaglio come e quante calorie bruciare sistemando casa:

  • lavare e asciugare le stoviglie a mano, pulire i pavimenti, stendere la biancheria permette di mantenere il tono muscolare delle braccia e di tenere tonici gli addominali e di smaltire tra le 70 e le 130 Kcal.;
  • spolverare, caricare la lavatrice o raccogliere oggetti e giocattoli sparsi per terra consente, invece, di fare squat e piegamenti sulle gambe, mantenendo forte la muscolatura delle gambe e di perdere circa 70 Kcal.;
  • portare a casa la spesa senza usare l’ascensore o vivete ai piani alti fare su e giù per le scale, è un’attività pari allo step e consente un allenamento aerobico completo;
  • un’ora di lavori di giardinaggio per sistemare il proprio giardino permette di perdere fino a 256 calorie;
  • cucinare equivale a meno 140/175 calorie pari circa a 100 grammi di gelato artigianale alla frutta, mentre apparecchiare la tavola (per 10 minuti) sono circa 30 calorie;
  • rifare il letto fa perdere circa 70 Kcal. in mezz’ora e, inoltre, permette di fare stretching, è, quindi un’attività che consiglio di lasciare per ultima così ne approfittate per allungare i muscoli.

E se volete fare un pò di riscaldamento all’inizio, fate le pulizie per alcuni minuti a ritmo di musica.

Durante gli esercizi ricordate però di eseguire sempre i piegamenti in maniera corretta per non danneggiare la schiena:

mantenere la schiena dritta, addominali contratti, gambe divaricate larghezza bacino, ginocchia in linea con le punte dei piedi. Il bacino non deve mai scendere oltre l’altezza delle ginocchia e che le cosce devono parallele al pavimento con i talloni ben fissi a terra.

Persino portando a passeggio il nostro amico fido si perdono 75 calorie in 30 minuti.

Allora buon allenamento a tutti… :)

La casa del futuro è Smart!

Gli elettrodomestici che si controllano da remoto, maggiore controllo dei consumi e della sicurezza, migliore gestione dei diversi apparecchi domestici, maggiore interazione, questi sono gli ingredienti di una casa smart.

E’ ormai all’ordine del giorno parlare di domotica e di Smart Home, anche se realmente sono ancora in pochissimi coloro che iniziano ad avere nelle proprie case sistemi integrati che permettono il controllo da remoto di elettrodomestici che si collegano wifi.

Alcune aziende hanno comunque continuato a percorrere questa via con l’intento di produrre soluzioni in grado di controllare in maniera facile ed intuitiva le funzionalità delle proprie abitazioni, servizi che presto invaderanno le case di tutto il mondo.

– Il frigorifero intelligente della gamma 3D, presentato dall’azienda Haier all’IFA 2013, al posto della normale e conosciuta portella, presenta un pannello trasparente. Questa caratteristica, oltre ad essere di elevato design, permette di osservare il contenuto del frigo senza doverlo aprire, evitando così inutili sprechi di energia e di logorare l’apparecchio in breve tempo per il continuo scambio di aria fredda e aria calda.

Il pannello/schermo consente, inoltre, di lasciare appunti, video o messaggi sulla porta di vetro, abbandonando le vecchie simpatiche calamite (effettivamente questo per alcuni potrebbe essere un contro, perchè non sapranno più cosa portare come souvenire dalle vacanze ai parenti ;). Grazie alla connessione wifi, l’utente può anche fare la spesa direttamente da casa.

Infine, la funzione di identificazione permette di registrare informazioni utili sui prodotti, come esempio la data di scadenza o sapere se è necessario rifornirsi di altro cibo o bevande, funzione utilissima per chi come me è sempre convinto di aver comprato qualcosa che poi puntualmente non ritrova nel frigo, ora sarà possibile avere il massimo controllo dei consumi e se spariscono gli alimenti vorrà dire che in famiglia c’è qualcuno che ha la sindrome notturna di attacco al frigorifero.

frigorifero smart di Haier

– La lavatrice Smart Washer studiata da Samsung presenta funzionalità intelligenti in grado di facilitare le fastidiose e faticose faccende domestiche. Il modello Smart Wi-Fi non solo è dotato di tutte le features che caratterizzano le altre lavatrici della linea Ecolavaggio, cioè una tecnologia avanzata che permette, tramite l’immissione di bolle d’aria, di effettuare lavaggi efficaci anche a temperature basse, il motore Digital Inverter e il cestello Diamond, ma aggiunge anche due funzioni extra, cioè il controllo da remoto tramite smartphone e la funzione di autodiagnosi in caso di guasto.

L’applicazione dedicata a Smart Washer consente di accedere e impostare i cicli di lavaggio (scegliendo temperatura, centrifuga e risciacqui) direttamente dal proprio smartphone. Per monitorare direttamente ogni lavaggio ed evitare che anche i meno esperti commettano errori.

Lavatrice Smart Washer

– Il Robot wifi di Lg pulisce ogni angolo della casa mentre ti rilassi sul divano e l’orariof di accensione può essere anche programmato da remoto, in modo da trovare la casa pulita al rientro dalle ferie.

E dato che abbiamo parlato di elettrodomestici che semplificano la vita, come non parlare del nuovo assistente virtuale lanciato da Lg, Alfred, è un’app mobile che ti aggiorna in tempo reale sul contenuto del frigorifero, che ti aiuta a fare la spesa, ti propone ricette gustose da poter realizzare con gli ingredienti contenuti nel frigo e ti consiglia sui lavaggi per smacchiare gli abiti preferiti.

app Alfred di LgRobot Lg Smart

Ma dove vai, se la domotica non ce l’hai… :)