Come lavare piumoni e coperte…

Sempre in ottica pulizie di primavera, oggi vediamo come pulire piumoni e coperte prima di conservarli per qualche mesetto 😉

come lavare i piumoniCOME LAVARE IL PIUMONE

Per il piumone basta leggere l’etichetta, inserirlo in lavatrice e fare il lavaggio più adeguato, prestando attenzione ai simboli. Se il piumone dovesse essere molto ingobrante potete procedere al lavaggio in una vasca da bagno

Avete controllato e il vostro piumone presenta diverse macchie ostinate? Allora è necessario che voi prima pretrattiate la macchia con del sapone per le mani o con uno smacchiatore spray, che potete tranquillamente preparare in casa, risparmiando denaro e senza inquinare.

Occorrente:
1/2 tazza di acqua
1/2 tazza di ammoniaca
1/2 tazza di aceto
1/2 tazza di sapone liquido fatto a mano (leggi anche COME FARE UN DETERSIVO ECO IN CASA)

Unite gli ingredienti, inseriteli in un apposito contenitore spray (di quelli che comprate ad Happy Casa per metterci l’abbronzante o l’acqua per rinfrescarvi l’estate) e agitate per farli amalgamare. Spruzzate il prodotto sulla macchia, lasciate agire, togliete l’eccesso e procedete al consueto lavaggio.

Dopo aver pretrattato le macchie sul piumone, riempite la vasca con acqua calda, aggiungete detersivo per capi colorati e delicati profumato e lasciate in ammollo per tutta la notte.

L’acqua diventerà grigia, allora svuotate la vasca e ripetete nuovamente l’operazione, questa volta però senza aggiungere detersivo.

Lavate il piumone in lavanderia solo quando è fatto con tessuti molto delicati come la seta o ha una colorazione particolare, la vostra lavatrice non ha la capienza adatta (almeno 10 kg.) e non ha programmi adatti e non avete una vasca da bagno.

Per l’asciugatura, non esponetelo direttamente al sole, per evitare che si rovini il colore, lasciatelo asciugare naturalmente, avendo l’accortezza di distribuire le piume, in caso si tratti di un piumino in piuma d’oca. NON STIRATELO (se non appena sulla superficie senza pressare).

Prima di conservarlo fino alla prossima stagione invernale, ricordatevi di riporre il piumone in un’apposita confezione in plastica o preferibilmente una confezione in tessuto, per evitare che si rovini e che prenda gli odori del mobile, oltre che per evitare che si impolveri.

lavare le coperte di pileCOME LAVARE LE COPERTE IN PILE

La coperta in pile, invece, può essere lavata in lavatrice (massimo 40° – il pile è un tessuto sintetico) insieme a tessuti simili e colorati, sempre con un programma per delicati e preferibilmente con un detergente liquido puro prodotto in casa e un goccio di ammorbidente, far fare lavaggio completo, risciacquo e centrifuga per eliminare l’eccesso d’acqua (il pile ha l’effetto spugna). Le macchie possono essere trattate prima del lavaggio in lavatrice, con del detersivo per i piatti o con dello smacchiatore

Lasciare asciugare la coperta in pile all’aria aperta, non a contatto con il sole, girandola da entrambi i lati a rotazione.

E SE LA COPERTA E’ DI LANA?

Prima di procedere al lavaggio, passate un attrezzo per togliere la peluria di troppo dalla coperta, sbattete la coperta all’aria aperta eliminando l’eccesso di polvere. Decidete poi se lavarla a mano o in lavatrice sempre a 30° (la lana rientra tra i capi delicati) con un detergente liquido per delicati e separata dai capi colorati. Per lavarla a mano procedete in acqua fredda in una bacinella o nella vasca da bagno, lasciandola a bagno per tutta la notte (fatevi aiutare se la coperta è troppo pesante 😉

Per asciugarla, basta stendere la coperta in posizione orizzontale, farla asciugare e riporla nell’armadio (finalmente per qualche mesetto).

Ricordate di mettere un anti-tarme nell’armadio, servirà a proteggere i vostri capi dall’attacco di questi simpatici animaletti.

Ed ecco piumoni e coperte ben puliti e pronti da riporre in attesa del prossimo inverno…

Leggi anche: COME FARE UN ANTI-TARME ECOLOGICO IN CASA

Un pensiero su “Come lavare piumoni e coperte…

  1. Pingback: Come pulite il vostro materasso? - Washapp - La tua lavatrice virtuale

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *