I vecchi elettrodomestici diventano arte ad Ecomondo!

Il Museo del Riciclo ad Ecomondo torna a stupire con i rifiuti che si trasformano in opere d’arte…

Ecomondo 2013

Per il quarto anno consecutivo ad Ecomondo è stato organizzato il Museo del Riciclo, progetto di Ecolight – Consorzio per la gestione di RAEE – che ha l’obiettivo di insegnare l’arte del riuso e del riciclo, mostrando come i vecchi materiali possano essere utilizzati per dar vita a creazioni artistiche.

Il tema scelto è quello dei rifiuti che prendono vita, ovvero oggetti destinati alla discarica che non solamente trovano un secondo utilizzo, ma diventano “vivi” a tutti gli effetti – ha dichiarato Giancarlo Dezio, Direttore generale di Ecolight.”

Gli artisti Davide Lazzarini, Paolo Lo Giudice e Gaetano Muratore hanno dato vita a simpatici robot, androidi, etc., utilizzando vecchi elettrodomestici, meccanismi di apparecchiature elettriche e materiali di scarto.

Grazie a Muratore i vecchi elettrodomestici si sono trasformati in “androidi sognanti”. Tra i diversi robot presentati ad Ecomondo, il Direttore d’orchestra realizzato con un casco elettrico degli anni ‘30, il Robot radio Philips fatto con l’utilizzo di una radio Philips degli anni ‘60 in bachelite e un vecchio amperometro, il Robot Kyocera che ha dato nuova vita ad una macchina digitale Kyocera….

Gaetano Muratore - EcomondoGaetano Muratore - Ecomondo

Davide Lazzarini ha dato vita a piccoli insetti provenienti da un futuristico mondo meccanico come le opere intitolate Ape Regina e Dragon Fly nate la prima da una vecchia lampada da tavolo e la seconda dai pezzi riciclati di una stufa e un ferro da stiro.

Paolo Lo Giudice ha creato, invece, animali elettrici in grado di suscitare profonde emozioni, utilizzando elettrodomestici e pezzi meccanici, come il Re Leone realizzato con un rasoio elettrico o AdalGhisa fatta con vecchie catene auto e una vecchia piastra di ghisa.

Tutte le opere in mostra sono visibili sul sito www.museodelriciclo.it

Questo laboratorio creativo ha lo scopo di sensibilizzare la collettività sulle tematiche ambientali, sull’importanza del riciclo e del riuso dei materiali, con un occhio di riguardo ai rifiuti elettronici. Con il crescente utilizzo di elettrodomestici e device elettronici, sta diventando sempre più importante occuparsi del corretto smaltimento dei RAEE per evitare spreco di materie prime, per salvaguardare l’ambiente e limitare i danni provocati dall’inquinamento e dalla dispersione nell’aria di sostanze inquinanti.

Ecomondo, inoltre, rappresenta una importante occasione per parlare di green economy, eco-design, architettura ecologica, smart-city, progetti interessanti per migliorare la sostenibilità e salvaguardare l’ambiente e per visitare la Città Sostenibile 2013, che occupa un grande spazio dedicato alla presentazione di progetti e tecnologie efficienti ed ecologiche per migliorare i servizi offerti ai cittadini.

“Gli Stati generali della green economy del 2013 – ha dichiarato Edo Ronchi, del Consiglio nazionale della green economy – costituiscono una tappa importante per consolidare la visione, approfondire e presentare ai vari interlocutori la proposta programmatica e far crescere identità e coesione del mondo della green economy italiana. Dobbiamo valorizzare meglio le potenzialità della green economy in Italia e migliorare la capacità di fare squadra per superare gli ostacoli che ne frenano lo sviluppo. Solo così la green economy potrà diventare una leva decisiva per affrontare la crisi molteplice e prolungata dell’Italia”.

Per seguire gli stati generali basta collegarsi su: www.statigenerali.org, www.lanuovaecologia.it e www.ecomondo.com.

Per ulteriori informazioni su Ecomondo 2013: www.ecomondo.com.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *