Raccolta elettrodomestici: risparmiate 768 mila tonnellate di CO2!

Ecodom rilascia i dati della raccolta differenziata degli elettrodomestici nel 2013. Recuperate grandi quantità di rame, alluminio, ferro e plastica.

Raccolta elettrodomestici - Raee

Fonte Foto: http://www.ilgiornaledellebuonenotizie.it/index.php/archives/4279

Buone notizie dalla raccolta differenziata degli elettrodomestici in Italia, dai dati raccolti da Ecodom, il Consorzio italiano per il recupero e il riciclaggio degli elettrodomestici, nel 2013 si sarebbero risparmiate ben 768 mila tonnellate di CO2 grazie alla corretta gestione dei Raee (Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche).

Lo scorso anno sono state raccolte 70.400 tonnellate di elettrodomestici tipo frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, forni e cappe, con un tasso di riciclo pari a: 43.723 tonnellate di ferro, 1.684 di alluminio, 1.974 di rame e 6.840 di plastica.

La Lombardia (in particolare la Provincia di Milano) si è rivelata la regione più virtuosa, seguita da Toscana ed Emilia Romagna.

Attraverso il corretto riciclo dei Raee nel 2013 sono state risparmiate anche molte materie prime e c’è stato un risparmio di oltre 73.000.000 kWh (kilowattora) di energia elettrica rispetto a quanto necessario per estrarre materiale “vergine”.

Ecco i dati delle prime tre Regioni italiane in classifica:

  • Lombardia – 13.772 tonnellate di apparecchiature trattate, 13.378.000 kWh di energia risparmiata e 132.850 tonnellate di CO2 non immesse in atmosfera;
  • Toscana – 7.127 tonnellate di Raee, 6.468.000 kWh di energia risparmiata e 60.060 tonnellate di CO2 non immesse nell’atmosfera;
  • Emilia Romagna – 7.086 tonnellate di Raee gestiti, 6.671.000 kWh di energia risparmiata e 64.340 tonnellate di CO2 non immesse nell’atmosfera.

Milano è stata la più virtuosa tra le province con 5.064 tonnellate di Raee gestiti; a seguire Roma (3.029 tonnellate) e Treviso (2.746 tonnellate).

“In termini ambientali – ha dichiarato Giorgio Arienti, direttore generale di Ecodom – l’attività svolta ha evitato l’immissione in atmosfera di una quantità di CO2 assorbita in un anno da un bosco esteso quanto la provincia di Lodi e un risparmio energetico pari al consumo di un anno di oltre 60 mila persone”.

E la raccolta continua… Scoprite a quanto è arrivato l’eco-contatore sino ad oggi sul sito: www.ecodom.it

Fonte: http://www.ecodom.it/dettaglio_comunicato.aspx?IdComunicato=167

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *